Riflessioni sulla tecnologia digitale

Aggiornamento: 26 apr

L’apprendimento è un processo attivo con cui il bambino in età di sviluppo costruisce la sua conoscenza del mondo che lo circonda.

Si impara, infatti, con le esperienze che si acquisiscono attraverso il sistema sensoriale e che vengono poi interiorizzate.

Pensiamo ad un bambino che vede una mela per la prima volta. Anzitutto ne registra la forma e il colore. Poi, toccandola e afferrandola, il peso e la geometria. Lasciandola cadere fa esperienza di vederla rotolare. Annusandola ne sente Il profumo. Assaggiandola, infine, avverte che la mela è dolce oppure aspra, farinosa o croccante, buona da mangiare.

Da questo momento, è in grado di riconoscere che un “oggetto” con tali caratteristiche è una mela.

Ecco perché è fondamentale che il bambino faccia esperienze visuo-percettivo-motorie nel mondo reale attraverso il gioco e la manipolazione, prima di utilizzare strumenti digitali.

Sappiamo bene che le nuove generazioni sono naturalmente attratte dalla tecnologia digitale e dai giochi virtuali ma è importante abituarli all’uso graduale e sempre sotto la supervisione di un adulto. Viceversa vengono meno le tappe di un sano sviluppo del sistema neuro-percettivo, fondamentali per la crescita del sistema psicofisico che è la base su cui costruire gli apprendimenti futuri.


21 visualizzazioni0 commenti